Archivi categoria: Presentazione

TRA ARTE E CAFFÈ

Mostra di un percorso didattico, storico artistico
.
testate-2
.

Dal 27 gennaio al 27 febbraio 2017

Stabilimento Caffè Pedrocchi Sala Verde

Venerdì 27 gennaio si inaugura la mostra INCONTRO SENSORIALE TRA ARTE E CAFFÈ, progetti, opere e filmato, presentati all’evento collaterale di EXPO MILANO il 29 ottobre 2015 presso il PADIGLIONE ITALIA sezione VIVAIO SCUOLE. La mostra, ideata e curata da un gruppo di docenti e studenti di tutte e sei le sezioni del liceo artistico Pietro Selvatico, è allestita nella suggestiva cornice della SALA VERDE e ROSSA dello storico STABILIMENTO CAFFÈ PEDROCCHI. Il progetto si è sviluppato ripercorrendo la storia del caffè e della sua diffusione, divenendo bevanda di eccellenza padovana con l’invenzione del CAFFÈ PEDROCCHI.

La scuola si è aperta al territorio, attraverso il percorso formativo di Alternanza Scuola- Lavoro, l’assidua frequentazione degli ambienti storici del Caffè uniti al l’accoglienza e disponibilità del team manageriale e della segreteria, la gentilezza e cortesia del personale, hanno contribuito a rendere possibile l’esperienza didattica esposta oggi al Pedrocchi.

Gli studenti hanno ripercorso le tappe della storia del caffè, che da semplice frutto esotico si è trasformato nella bevanda più consumata al mondo, sperimentando e realizzando oggetti di design che si pongono come proposte per migliorare il benessere e la qualità di vita. Il tema è stato elaborato attraverso una sperimentazione didattica che ha coinvolto tutte e sei le sezioni del Liceo Artistico Pietro Selvatico: pittura, scultura, moda, architettura, oreficeria e scenografia.In mostra sono presentati una selezione tra i progetti e oggetti, ideati e realizzati dagli studenti, che hanno sviluppato il tema NUTRIRE IL PIANETA, ENERGIA PER LA VITA, accompagnati da un video sulla storia e l’attività laboratoriale del Liceo Pietro Selvatico

Mostra visibile dal :

27 gennaio al 27 febbraio 2017

Stabilimento Caffè Pedrocchi Padova

Sala Verde e Rossa piano terra

Tutti i giorni

Ingresso libero

Qui sotto alcune foto che mi sono state inviate.
liceo-s ragazzi-al-lavoro mostra tessitura tessuto foglie

Annunci

Design

.

metalli

.

Il prof. Fiorenzato ha voluto farci conoscere attraverso un PDF degli oggetti costruiti nel suo laboratorio di design dei metalli e dell’oreficeria.

CESELLO SERALE

PROPOSTA PER VOCE SOLA – palestra vocale laboratorio di traning e di ricerca espressiva:Matteo Belli

Lab_Dare voce
Laboratorio di traning e di ricerca espressiva: palestra vocale per tutti

Ideato e condotto da Matteo Belli: attore, mimo, giullare, autore e regista teatrale

Presentazione

Un luogo aperto a chiunque non abbia una conoscenza specifica della vocalità parlata e intenda migliorarne o approfondirne la qualità individuale, sia per Continua a leggere

Una proposta di incontro con IMMAGINARIO SONORO- L’Arte per l’Evoluzione

Costruiamo una società nuova fondata sulla Bellezza

Il Manifesto

1. Il cambiamento sociale è urgente e necessario. Vogliamo trasformare questa società – basata sullo sfruttamento dell’uomo e della natura – in una società fondata sulla Bellezza.

2. La Bellezza è un bisogno primario per il benessere dell’essere umano. La Bellezza è nella Natura – e noi siamo parte di essa. La Natura è un ecosistema: la sua Bellezza si manifesta come equilibrio dinamico e armonico. La Bellezza, nella nostra visione, non è mai disgiunta da valori universali ed etici, quali il sentimento ecologico, la ricerca di giustizia, equità e verità.

3. Affinché la società possa cambiare profondamente, fondandosi sui valori della Bellezza, è necessario che cambino le persone, i singoli individui: ciascuno di noi deve evolvere, liberarsi.

4. Evolvere significa prendere piena coscienza di sé, vivere pienamente e liberamente la totalità delle proprie qualità, trasformandole in azione: nel presente, l’unico tempo che ci è dato per essere pienamente e autenticamente noi stessi.

5. Evolvere significa anche prendere piena coscienza della realtà sociale in cui viviamo: vivere con consapevolezza e responsabilità il tempo presente, per trasformarlo in una realtà libera e giusta.

6. Noi crediamo che sia possibile evolvere attraverso l’arte e la meraviglia della conoscenza. L’arte ha un enorme potenziale evolutivo, in quanto racchiude in sé tutti i valori – di equilibrio, bellezza, ricerca, conoscenza, espansione, visione – che sono fondamentali e imprescindibili per il benessere della persona e quindi della società. La meraviglia è sin dalla culla la scintilla della conoscenza.

7. Dunque l’arte educa alla vita. Il nostro concetto di educare è quello socratico: educere, tirar fuori da sé. Maieutica del vivere: l’arte di far emergere in noi la conoscenza. Educare attraverso l’arte a vivere la bellezza e la meraviglia della conoscenza. Educare a scoprire ed esprimere le proprie qualità creative, artistiche, intellettuali. Educare a riconoscere il valore di ogni essere del creato e ad esprimere nel quotidiano un profondo sentimento di appartenenza e unità con il tutto, che noi chiamiamo “sentimento ecologico”.

8. Colui che impronta la sua vita a questi valori saprà vivere pienamente se stesso. E questo lo potrà liberare da ogni forma di sfruttamento e condizionamento, dall’iniquità e dalla distruttività. Non avrà frustrazioni da far pagare agli altri. Troverà benessere, equilibrio, serenità. Sarà un essere umano autentico, che vive pienamente la propria umanità.

9. È da qui che potrà iniziare il cambiamento sociale: dal singolo individuo e dai nuovi valori che ne permeano la vita. Il suo benessere – vero, non effimero – non potrà che irradiarsi e diffondersi intorno. E la società non potrà che riflettere i valori in cui egli crede.

10. Questa società nuova sarà un ecosistema, in dinamico equilibrio e fondato sulla Bellezza: Bellezza nella vita quotidiana, nelle relazioni, nelle architetture.

http://www.immaginariosonoro.org/art4_manifesto_ita.asp
http://www.immaginariosonoro.org/home_ita.asp

E’ arrivato un carico pieno di…giornate dell’arte al Selvatico-primavera 2011

E’ finalmente arrivato il video elaborato dai ragazzi  del  Selvatico con le immagini relative alla giornate dedicate all’arte della scorsa primavera 2011. Guardare per …vedere i luoghi in modo diverso dal consueto, per ritrovarsi e riconoscersi negli ” scatti ” che gli studenti si sono vicendevolmente fatti, montati e …Buona visione a tutti!

Il giorno della Terra- 26 aprile 2011

Oritsunagumono di  Takayuki Hori



Da oggi, 26 aprile 2011, è la Giornata della Terra, e nei post seguenti sono presentati elaborati di un giovane designer che ha legato la sua produzione alla memoria del suo paese d’origine con la memoria collettiva del pianeta

Il lavoro di Takayuki Hori, nell’ambito della proposta elaborata e revisionata dalla Mitsubishi Chemical Junior Designer Awards – ha avuto uno speciale riconoscimento nell’incontro tra designers e industria, che invita appunto gli studenti a presentare le loro tesi ad un gruppo di professionisti del settore che li valuteranno e premieranno. Al lavoro di Takayuki Hori Oritsunagumono è stato assegnato il 1 ° premio. Hori incorpora l’antica arte degli origami al tema ambientale utilizzando lo scheletro di una tartaruga di mare, uccelli acquatici ealtri animali in pericolo di estinzione, stampando la loro sagoma e Continua a leggere

ILLUMInazioni:la BIENNALE D’ARTE 2011 a Venezia

A proposito della Biennale 2011 che si terrà a Venezia: l’esibizione di quest’anno s’intitola ILLUMInazioni – ILLUMInations. Inizierà il 4 giugno e proseguirà fino al 27 novembre. Nell’intervista Paolo Baratta e Bice Curiger presentano la mostra.

APPUNTI ARCHITETTURA:Restauro Punta della Dogana- Tadao Ando

Restauro Punta della Dogana- Tadao Ando

Continua a leggere

Ombre come cosa salda Vol. II- Elaborazioni degli allievi del Liceo artistico e Istituto d’Arte P. Selvatico

Escher- S. Gimignano

Anche quest’anno gli allievi del Selvatico, Istituto d’arte e Liceo Artistico di Padova, hanno collaborato con la casa editrice Il Ponte del sale,  alla quale già avevano fornito opere e illustrazioni per il primo volume della raccolta dei canti del Purgatorio dantesco, Collana LA BELLA SCOLA, Vol I  Ombre come cosa salda, La Comedia di Dante letta dai poeti e illustrata.

Le elaborazioni, che oggi siamo lieti di presentare in anteprima, sono state eseguite dagli allievi di tre laboratori della scuola: Oreficeria e metalli – con la direzione del prof. Daniele Capuzzo, Discipline pittoriche – con la direzione della prof.ssa Lorenza Sperandio,  e infine Tessitura – con la direzione del prof. Prisco Zanardi.

Le  immagini qui di seguito esposte sono relative alla lettura ed interpretazione sia dei canti di Dante, sia ai testi poetici degli autori convocati da Marco Munaro, direttore della casa editrice, per elaborare le letture dei testi della Commedia dal X al XXVI canto, come preannunciato per questa raccolta. Anticipiamo inoltre alcuni testi poetici degli autori coinvolti,  in attesa della stampa e della pubblicazione  del volume, che vede impegnati :Mikolajevski, Rizzante, Crico, Marchesini, Brancale, Danni, Fantato, Panero, Pravo, Scotto, Rueff, Fo, Arnaudo, Casagrande, Moore, Panfido, Vallerugo, Dapunt.

Ringraziando gli Allievi, gli Insegnanti e la Preside del Liceo  e Istituto  d’Arte Selvatico, auguriamo ai nostri lettori una buona visione.

f.f.- 5 aprile 2011

* *

Angelica Rossi, Eleonora Melloni, Nadia Franco- IIID Lab. Tessitura (elaborazioni da opere di Sergio Zen)

Canto XII

I linïamenti de la levada -Ivan Crico

De ‘na lu
ʃe pìzula ta’l cór
de la note te scrivo. Te scrivo a ti
forest como mi, ta sta tera de fógo Continua a leggere

Concorso Fondazione

Ecco ciò che ha scritto il giornale Mattino di Padova

Premiati i creativi del bilancio 2010

il mattino di Padova — 12 maggio 2010   pagina 23   sezione: CRONACA

Arte e creatività giovanile per le illustrazioni del bilancio della Fondazione Cariparo. Ieri sono stati premiati i vincitori della quarta edizione del premio «Illustra il bilancio della tua Fondazione», promosso dalla Fondazione Cariparo per coinvolgere gli studenti delle superiori di Padova e Rovigo. I vincitori: per le scuole, il Selvatico di Padova (primo premio 5 mila euro); l’istituto Ferrari-Corradini di Este (3 mila euro); l’istituto geometri Maddalena di Adria (2 mila euro). Tra gli studenti hanno vinto il primo premio Giacomo Garner, Irene Maniero e Denise Salmaso del Selvatico. La migliore opera singola è quella di Marina Andreose del Ferrari, mentre Filippo Rossetti del Selvatico ha realizzato l’opera per l’opuscolo dell’edizione 2010 di «Attivamente». (m.n.)

I   tre ragazzi della 4E vincitori del premio

Salmaso Denise, Maniero Irene, Garner Giacomo Continua a leggere