Archivi categoria: Collaborazioni

Portello segreto

Il progetto “Portello Segreto” è giunto al termine con successo di visitatori. Qui di seguito metto una serie di scatti della mostra tenuta al Liceo Artistico Selvatico (succursale) e stage.

Coordinatori del progetto
Cristina Boaretto,Massimiliano Celin

Gruppo di lavoro per la ricerca storica lettere
Alessandra Cassin, Piero Patrone

Storia dell’Arte
Floriana Rigo, Marinella Zerilli

Inglese
Danila Dinale

Gruppo di lavoro per l’area artistica
Indirizzo di Arti Figurative Pittura
Cristina Boaretto, Silvia Gentilini, Emanuela Penzo, Lorenza Sperandio
Indirizzo di Architettura e Ambiente
Paolo Beghin, Aldrigo Nicoletta,Antonia Zecchinato

Classi coinvolte
Indirizzo di Arti Figurative Pittura 3B . 4A . 4B
indirizzo Architettura e Ambiente 3A . 4A . 5B

Queste prime tre foto sono una sintesi parziale del lavoro fatto dai ragazzi della sezione di SCENOGRAFIA.

20161013_132833

,

20161013_133011

,

20161013_133042

.

stage studenti visitatori

.

albero

.

uccelli.

dscn6636.

architettura-antonia.

architettura-aldrigo.

giardino-2-aldrigo.

studio-del-colore.

portello-segreto.

pittura.

piannte-officinali.

iris.

glicine

.

giardini-02.

giardini.

giardini-e-orti.

giardini-del-passato

moda

oreficeria

GIARDINI SEGRETI

.001

.

Ecco quello che è stato scritto.

IL PROGETTO Dal 3 maggio al 23 ottobre; convegni, navigazioni, spettacoli e visite guidate agli angoli più nascosti

Viaggio alla scoperta
del Portello segreto

Per valorizzare il Portello, conoscere luoghi e giardini nascosti, ecco (dal 3 maggio al 23 ottobre) il progetto “Portello segreto”, che racchiude una serie di iniziative con mostre, convegni, danza, musica, aperitivi, navigazione, spettacoli,laboratori, visite guidate.
Grazie all’associazione Fantalica, con il sostegno della fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, nell’ambito del bando Culturalmente 2015, e con la partecipazione, tra gli altri, del Gruppo Giardino Storico, dell’associazione Progetto Portello, del Liceo Artistico Selvatico, dell’ESU, prende il via un pacchetto di eventi culturali che faranno conoscere, più da vicino, l’antico borgo padovano del Portello e i suoi sorprendenti luoghi segreti.

“Vogliamo svelare il ricco patrimonio di questo quartiere – hanno spiegato gli organizzatori – rivolgendoci ad un pubblico che va dai bambini agli adulti, senza dimenticare i turisti e gli studenti”. Tre sono i percorsi in cui il progetto si sviluppa: quello dedicato al “Portelle nella storia”, al Portello d’acqua e al “patrimonio verde del Portello”. Il primo si concentra sugli edifici principali e sulla storia del quartiere; il secondo propone la conoscenza delle sue vie d’acqua; il terzo presenta i giardini e i parchi. Gli appuntamenti inizieranno il 3 maggio, alle 21, alla sala conferenze del CSV con un ciclo di incontri sulla storia del Portello dal paleo veneto ad oggi senza dimenticare “portellati” eccellenti come il Belzoni e il Gloria.

Si visiteranno, in seguito, luoghi storico-artistici anche poco conosciuti: palazzo Mocenigo, palazzo Gaudio, palazzo Contarmi e le mura cinquecentesche. Non mancano le uscite in battello con accompagnamento musicale. Molte le visite al patrimonio verde del Portello: gli studenti del Selvatico, coinvolti nel progetto, hanno anche creato liberamente una mostra che sarà aperta a partire da ottobre sul tema del giardino (programma completo su www.portellosegreto.fantalica.it).

Ines Thomas                          

ARNEG e il SELVATICO

foto arneg

Qui sotto abbiamo la possibilità di vedere il PDF che mi è stato gentilmente  inviato dalla prof.ssa Cristina Boaretto sulla collaborazione tra la società ARNEG e il nostro Liceo Artistico. Buona visione.

PROGETTO ARNEG pdf

003piccolo

Oggi mi è stato inviato un altro PDF dai ragazzi della 3A. Sono altri lavori realizzati per ARNEG. Sono elaborati affrontati ed eseguiti nei due laboratori con l’insegnante C.Boaretto  e  con  la prof.ssa E. Penzo, perciò ho il piacere di farveli conoscere mettendoli in rete.

3A pttura PROGETTO ARNEG pdf

CALLIGRAFIA “Barbara Calzolari”

Barbara Calzolari, recentemente è stata invitata dal Liceo Artistico “Selvatico”di Padova a tenere una lezione di “Calligrafia”. Ha incontrato tanto interesse ed entusiasmo da parte dei docenti di varie sezioni, Pittura, Scenografia, Tessitura, Architettura…
La calligrafia , in un recente passato era una materia scolastica purtroppo ora del tutto dimenticata. La calligrafia aveva la capacità di mettere lo studente a misurarsi con delle regole, a tenere insieme pensiero e manualità.

PAGELLA
Gli strumenti d’uso quotidiano di Barbara Calzolari sono pennini, inchiostri, guazzi, carta, pennelli, colourbrush (penne contenenti inchiostro colorato e punta a forma di pennello della Pentel).
Barbara Calzolari quando è stata intervistata sulla scelta di uno stile di scrittura risponde:
“Ogni carattere è basato sulla costruzione, sulla sequenza di alcuni segni che devono essere fatti in un certo modo. La definizione di questa regola è il ductus di ogni lettera che significa che da destra a sinistra, il sinistrogiro o il destrogiro vengono fatti in un certo modo, partendo da un certo punto e con la penna inclinata con una certa gradazione. Quindi i dogmi da considerare prima di fare un segno sono diversi. E’ per quello che è così lungo, così costante il lavoro che devi fare per riuscire a fare calligrafia, per imparare a conoscere lo strumento, il supporto, per allenare la tua mano a seguire il tuo cervello. Scrivi con la testa, e la mano deve essere uno strumento allenato a seguirla. Quando questo succede è molto bello. Quest’anno in Ohio ho visto delle tavole del 1800 di questi calligrafi che usavano i primi pennini fatti a mano, che duravano dei mesi, e vedevi che facevano dei giri di braccio che erano la campitura di un’intera pagina, un sinistrogiro, un segno sottilissimo. E questo succedeva semplicemente perché l’occhio lo voleva fare e il braccio era pronto. E’ il salto lungo, l’acuto per un cantante.”

Qui ho voluto mettere in visione alcuni esercizi che ci ha fatto dal vivo durante le sue spiegazioni.

.

esercizio

.

esercizio2

.

lovers

.

grazie

 

.

selvatico

 

.

I siti dove possiamo ammirare video ed immagini dei suoi lavori sono innumerevoli, andiamo a vederceli. GRAZIE Barbara da parte di tutti noi per aver avuto la possibilità d’incontrarti e apprezzare così la “CALLIGRAFIA” una conoscenza in più che potremmo dare ai nostri alunni.

 

Bambini e Carcere – Padova Telefono Azzurro

Le classi quarta A/B e le classi quinte A/C con le insegnanti C. Boaretto, M. Pizzo, L. Sperandio hanno partecipato con entusiasmo  al progetto coordinato dai responsabili del  Telefono Azzurro, per la Casa Circondariale di Padova.

Cliccate sull’immagine sottostante per vedere il video tratto dal telegiornale di TeleChiara

VIDEO

 

Di seguito, l’articolo da “il Gazzettino” del 7 Giugno 2014.

gazzet

*

Particolare del pannello

01

*

Pannello nella sala del sorriso

02

*

Progetto “Pannelli decorativi Ospedale Medicina Nucleare”

.

laboratorio

Ragazzi durante il lavoro in laboratorio

Il Liceo Artistico “Selvatico” ha accolto con gioia la collaborazione del progetto per l’arredo, con pannelli decorativi, per la sala di accoglienza di Pediatria- Medicina Nucleare diretta dal prof.re  Franco Bui primario del reparto che si è reso subito con noi disponibile ed entusiasta .
I ragazzi che hanno collaborato sono stati quelli della sezione di Pittura Arti Figurative della 3°A/B con le insegnanti Boaretto Cristina e Sperandio Lorenza e l’insegnante Mariella Pizzo con la 4° A di progettazione.
Dopo vivace discussioni e presa di coscienza, da parte dei ragazzi, dei vari progetti si è analizzato un percorso itinerante sulle tematiche care all’infanzia.
Con i nostri lavori nei pannelli abbiamo cercato di prendere per mano tutti, grandi e piccoli, e accompagnarli magicamente lungo quel sentiero emozionante e misterioso che ci conduce verso quello spazio di personaggi indimenticabili delle fiabe  della nostra infanzia.
Dal lato destro della sala  percorriamo  il racconto del progredire delle stagioni, nel lato sinistro il fantastico mondo del gioco, in fondo la forza del vento tra le chiome degli alberi .

 Qui sotto abbiamo l’immagine decorativa di tutta la sala che ci è stata cortesemente inviata  dal con sig.re Paolo Mosca  (cliccandoci sopra si ha l’ingrandimento).

sala_attesa

.

.

VIVERE IL DESIGN A PADOVA

Nell’ambito della manifestazione VIVERE IL DESIGN A PADOVA, il giorno 16 ottobre, nell’agorà del Centro Culturale San Gaetano, il professore Mario Iral del Liceo Artistico “P.Selvatico” di Padova, ha tenuto una lezione sulla storia del design per gli allievi degli indirizzi design dell’oreficeria, design della moda e scultura.

 

Scenografia per un’idea – AP-PUNTI per un lavoro ancora nel cassetto!

quando le storie escono dalla carta e si fanno luci ombre e voci! Continua a leggere

Abilmente…siamo anche qui:Mostra Atelier della manualità creativa – Fiera Vicenza 2011

In occasione di Abilmente – Mostra Atelier della manualità creativa – che si terrà dal 20 al 23 ottobre presso la Fiera di Vicenza, verrà riproposto per il secondo anno l’Atelier del riciclo creativo, per il 2011 dedicato alla ri-scoperta della carta.
Abilmente è la maggiore manifestazione italiana (e una fra le più importanti in Europa) dedicata alla manualità creativa richiamando quasi 50.000 appassionati che al suo interno hanno l’opportunità di conoscere le novità del settore e di partecipare ai numerosi corsi e dimostrazioni. La formula di Abilmente propone tre diverse chiavi di lettura della creatività: la creatività come hobby, come didattica e terapia. Questo originale concept le permette di differenziarsi dalle altre fiere del settore puntando sul carattere esperienziale della visita e creando un unico momento d’incontro e scambio di idee per le migliaia di persone presenti. Proprio all’interno delle declinazioni della didattica e terapia si sta sviluppando un progetto-pilota di Fiera di Vicenza principalmente rivolto agli operatori sociali, agli educatori e agli insegnanti  e a tutte quelle figure professionali che operano nel mondo della Scuola e del Sociale. Il progetto si articola in una serie di Continua a leggere

AL PROGETTO “MANUZIO” 2011 C’ERANO….

 

Un folto gruppo classe, tutta la   5 D   sez. Arte del Tessuto, e con loro la docente di progettazione Donatella Michelon  e il prof. Prisco Zanardi   del laboratorio stampa e tessitura. Ecco il gruppo della studentesse che hanno partecipato al progetto: Agostini Barbara, Allegro Jasmine, Arzano Assunta, Bauchensky Sofia, Chieregato Elisa, Pinton Elisa, Rosati Silvia, Volpin Silvia. Ma non basta, perché al progetto hanno partecipato anche allievi della  IV C, sez.Arte dei metalli,  investendo un folto gruppo di orafi in erba. Gli allievi sono: Mazzucato Martina, Falaguasta Andrea, Ghion Alessia, Marcato Jacopo, Improta Marco, Lazzari Laura, Nicolè Michele, Griggio Claudia. Guidati dai docenti : Giorgio Fiorenzato- progettazione, Daniele Capuzzo- laboratorio, Claudio Pastorello-progettazione e coordinamento.   Insieme con loro ha preso parte al progettouna nota ditta di Padova: la 3Dfast di Andrea  Sandi Continua a leggere