Archivi categoria: Arte

Wilde incontra il Selvatico

Oscar Wilde incontra il Liceo artistico P. Selvatico: conclusione del progetto di illustrazione su Oscar Wilde a cui hanno partecipato gli alunni del liceo.

L’inaugurazione della mostra è questo venerdì 26 maggio alle ore 17.30 presso la libreria “Pel di Carota”  in via boccalerie  Padova.

TRA ARTE E CAFFÈ

Mostra di un percorso didattico, storico artistico
.
testate-2
.

Dal 27 gennaio al 27 febbraio 2017

Stabilimento Caffè Pedrocchi Sala Verde

Venerdì 27 gennaio si inaugura la mostra INCONTRO SENSORIALE TRA ARTE E CAFFÈ, progetti, opere e filmato, presentati all’evento collaterale di EXPO MILANO il 29 ottobre 2015 presso il PADIGLIONE ITALIA sezione VIVAIO SCUOLE. La mostra, ideata e curata da un gruppo di docenti e studenti di tutte e sei le sezioni del liceo artistico Pietro Selvatico, è allestita nella suggestiva cornice della SALA VERDE e ROSSA dello storico STABILIMENTO CAFFÈ PEDROCCHI. Il progetto si è sviluppato ripercorrendo la storia del caffè e della sua diffusione, divenendo bevanda di eccellenza padovana con l’invenzione del CAFFÈ PEDROCCHI.

La scuola si è aperta al territorio, attraverso il percorso formativo di Alternanza Scuola- Lavoro, l’assidua frequentazione degli ambienti storici del Caffè uniti al l’accoglienza e disponibilità del team manageriale e della segreteria, la gentilezza e cortesia del personale, hanno contribuito a rendere possibile l’esperienza didattica esposta oggi al Pedrocchi.

Gli studenti hanno ripercorso le tappe della storia del caffè, che da semplice frutto esotico si è trasformato nella bevanda più consumata al mondo, sperimentando e realizzando oggetti di design che si pongono come proposte per migliorare il benessere e la qualità di vita. Il tema è stato elaborato attraverso una sperimentazione didattica che ha coinvolto tutte e sei le sezioni del Liceo Artistico Pietro Selvatico: pittura, scultura, moda, architettura, oreficeria e scenografia.In mostra sono presentati una selezione tra i progetti e oggetti, ideati e realizzati dagli studenti, che hanno sviluppato il tema NUTRIRE IL PIANETA, ENERGIA PER LA VITA, accompagnati da un video sulla storia e l’attività laboratoriale del Liceo Pietro Selvatico

Mostra visibile dal :

27 gennaio al 27 febbraio 2017

Stabilimento Caffè Pedrocchi Padova

Sala Verde e Rossa piano terra

Tutti i giorni

Ingresso libero

Qui sotto alcune foto che mi sono state inviate.
liceo-s ragazzi-al-lavoro mostra tessitura tessuto foglie

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA’ DI PADOVA DIPARTIMENTO MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA CON LICEO ARTISTICO SELVATICO

Il progetto svolto dagli allievi, Sette Beatrice e Filippo Monteverde della 4G, arti figurative pittura del liceo artistico Selvatico, nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro, si è concretizzato con l’esecuzione di 16 tavole grafico-pittoriche per la realizzazione e produzione di un libro sulla fisioterapia posturale dell’anziano. Qui sotto abbiamo la premiazione dei due ragazzi fatta dal Dott. Musomeci e dal Prof. Masiero.foto-premiazione monteverde-filippo sette-beatrice

Portello segreto

Il progetto “Portello Segreto” è giunto al termine con successo di visitatori. Qui di seguito metto una serie di scatti della mostra tenuta al Liceo Artistico Selvatico (succursale) e stage.

Coordinatori del progetto
Cristina Boaretto,Massimiliano Celin

Gruppo di lavoro per la ricerca storica lettere
Alessandra Cassin, Piero Patrone

Storia dell’Arte
Floriana Rigo, Marinella Zerilli

Inglese
Danila Dinale

Gruppo di lavoro per l’area artistica
Indirizzo di Arti Figurative Pittura
Cristina Boaretto, Silvia Gentilini, Emanuela Penzo, Lorenza Sperandio
Indirizzo di Architettura e Ambiente
Paolo Beghin, Aldrigo Nicoletta,Antonia Zecchinato

Classi coinvolte
Indirizzo di Arti Figurative Pittura 3B . 4A . 4B
indirizzo Architettura e Ambiente 3A . 4A . 5B

Queste prime tre foto sono una sintesi parziale del lavoro fatto dai ragazzi della sezione di SCENOGRAFIA.

20161013_132833

,

20161013_133011

,

20161013_133042

.

stage studenti visitatori

.

albero

.

uccelli.

dscn6636.

architettura-antonia.

architettura-aldrigo.

giardino-2-aldrigo.

studio-del-colore.

portello-segreto.

pittura.

piannte-officinali.

iris.

glicine

.

giardini-02.

giardini.

giardini-e-orti.

giardini-del-passato

moda

oreficeria

ARNEG e LICEO SELVATICO

Eccoci a Campo San Martino in visita all’azienda ARNEG con le classi quarta A-B-E/F e i loro insegnanti . Il video spiega bene la collaborazione che c’è stata con l’azienda e il Liceo Artistico Selvatico.

.

Street Art

FLYER_904-12FLYER_904-2.

Comunicato stampa

TORNA IL PADOVA STREET SHOW

Dopo il successo della prima, arriva la seconda edizione del Padova Street Show, primo festival di Circo Contemporaneo organizzato in Veneto. La manifestazione si aprirà giovedì 9 giugno e continuerà fino a domenica 12: per quattro giorni le vie e le piazze del centro storico padovano si trasformeranno in un teatro a cielo aperto, regalando emozioni a grandi e piccini.
Tre le location (Listòn, Piazza Cavour e Piazza delle Erbe) dove numerose compagnie di artisti si daranno il turno con spettacoli di clownerie, acrobazie, visual comedy, giocoleria, danze vorticose ed equilibrismi mozzafiato. Molti vengono da ogni parte d’Italia, tanti altri arriveranno in città dall’estero, ed in particolare da Francia, Germania, Regno Unito e Venezuela.
Come per la prima edizione, torna anche il concorso Street Photo: gli scatti più originali o emozionanti, immortalati nel corso dello Street Show, saranno infatti premiati durante il Gran Galà di chiusura (regolamento sul sito).
Novità dell’anno: il Gran Galà Finale si sposta da Palazzo Moroni ai Giardini dell’Arena. Visto il bagno di folla della prima edizione, l’organizzazione ha optato quest’anno per uno spazio più ampio, che potesse accogliere tutto il caloroso pubblico dell’iniziativa.
Il Padova Street Show è stato ideato e diretto da Antonio Carnemolla, per l’Associazione Street Film, con il sostegno del Comune di Padova e grazie alla sponsorizzazione di Birra Antoniana (main sponsor). Si ricorda inoltre che la locandina dell’edizione 2016 è stata realizzata da Sara Calcinai, del Liceo Artistico Pietro Selvatico, vincitrice del bando aperto per selezionarla.

GIARDINI SEGRETI

.001

.

Ecco quello che è stato scritto.

IL PROGETTO Dal 3 maggio al 23 ottobre; convegni, navigazioni, spettacoli e visite guidate agli angoli più nascosti

Viaggio alla scoperta
del Portello segreto

Per valorizzare il Portello, conoscere luoghi e giardini nascosti, ecco (dal 3 maggio al 23 ottobre) il progetto “Portello segreto”, che racchiude una serie di iniziative con mostre, convegni, danza, musica, aperitivi, navigazione, spettacoli,laboratori, visite guidate.
Grazie all’associazione Fantalica, con il sostegno della fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, nell’ambito del bando Culturalmente 2015, e con la partecipazione, tra gli altri, del Gruppo Giardino Storico, dell’associazione Progetto Portello, del Liceo Artistico Selvatico, dell’ESU, prende il via un pacchetto di eventi culturali che faranno conoscere, più da vicino, l’antico borgo padovano del Portello e i suoi sorprendenti luoghi segreti.

“Vogliamo svelare il ricco patrimonio di questo quartiere – hanno spiegato gli organizzatori – rivolgendoci ad un pubblico che va dai bambini agli adulti, senza dimenticare i turisti e gli studenti”. Tre sono i percorsi in cui il progetto si sviluppa: quello dedicato al “Portelle nella storia”, al Portello d’acqua e al “patrimonio verde del Portello”. Il primo si concentra sugli edifici principali e sulla storia del quartiere; il secondo propone la conoscenza delle sue vie d’acqua; il terzo presenta i giardini e i parchi. Gli appuntamenti inizieranno il 3 maggio, alle 21, alla sala conferenze del CSV con un ciclo di incontri sulla storia del Portello dal paleo veneto ad oggi senza dimenticare “portellati” eccellenti come il Belzoni e il Gloria.

Si visiteranno, in seguito, luoghi storico-artistici anche poco conosciuti: palazzo Mocenigo, palazzo Gaudio, palazzo Contarmi e le mura cinquecentesche. Non mancano le uscite in battello con accompagnamento musicale. Molte le visite al patrimonio verde del Portello: gli studenti del Selvatico, coinvolti nel progetto, hanno anche creato liberamente una mostra che sarà aperta a partire da ottobre sul tema del giardino (programma completo su www.portellosegreto.fantalica.it).

Ines Thomas                          

Liceo Artistico Selvatico di Padova all’Expo Scuola

Presentazione dei sei laboratori: Architettura, Scenografia, Design (Tessuto e Moda, Oreficeria e Arte dei Metalli), Arte Figurative Bidimensionali e Tridimensionali (Pittura, Scultura).

RESTYLING PITTORICO

LABORATORIO DI  RESTYLING PITTORICO

      Attività : ARTE IN LIBERTA’ 2015

In occasione delle giornate di   ARTE IN LIBERTA’   2015 , si è tenuto un LABORATORIO DI RESTYLING PITTORICO coordinato e guidato dalle Prof.sse E. Penzo e C. Boaretto, durante il quale un gruppo di 13 studenti, per un totale di 8 ore di lavoro, ha  riqualificato esteticamente e cromaticamente il piano di un grande tavolo, situato nella Biblioteca della Succursale in Via Belzoni.
Tra i vari soggetti consultati, si è optato per la scelta di 2 opere di Joan Miro.
Il gruppo, ha completato l’operazione con determinazione ed entusiasmo, consapevole, dato il piacevole risultato ottenuto, di aver dato un importante contributo e tocco artistico alla Biblioteca, rendendola più ospitale e maggiormente in sintonia con la tipologia del Liceo a cui appartiene.
Le immagini in sequenza, offrono una chiara dimostrazione sulla trasformazione attuata.
BRAVI RAGAZZI !!
prima bis

.

seconda

.

terza

CALLIGRAFIA “Barbara Calzolari”

Barbara Calzolari, recentemente è stata invitata dal Liceo Artistico “Selvatico”di Padova a tenere una lezione di “Calligrafia”. Ha incontrato tanto interesse ed entusiasmo da parte dei docenti di varie sezioni, Pittura, Scenografia, Tessitura, Architettura…
La calligrafia , in un recente passato era una materia scolastica purtroppo ora del tutto dimenticata. La calligrafia aveva la capacità di mettere lo studente a misurarsi con delle regole, a tenere insieme pensiero e manualità.

PAGELLA
Gli strumenti d’uso quotidiano di Barbara Calzolari sono pennini, inchiostri, guazzi, carta, pennelli, colourbrush (penne contenenti inchiostro colorato e punta a forma di pennello della Pentel).
Barbara Calzolari quando è stata intervistata sulla scelta di uno stile di scrittura risponde:
“Ogni carattere è basato sulla costruzione, sulla sequenza di alcuni segni che devono essere fatti in un certo modo. La definizione di questa regola è il ductus di ogni lettera che significa che da destra a sinistra, il sinistrogiro o il destrogiro vengono fatti in un certo modo, partendo da un certo punto e con la penna inclinata con una certa gradazione. Quindi i dogmi da considerare prima di fare un segno sono diversi. E’ per quello che è così lungo, così costante il lavoro che devi fare per riuscire a fare calligrafia, per imparare a conoscere lo strumento, il supporto, per allenare la tua mano a seguire il tuo cervello. Scrivi con la testa, e la mano deve essere uno strumento allenato a seguirla. Quando questo succede è molto bello. Quest’anno in Ohio ho visto delle tavole del 1800 di questi calligrafi che usavano i primi pennini fatti a mano, che duravano dei mesi, e vedevi che facevano dei giri di braccio che erano la campitura di un’intera pagina, un sinistrogiro, un segno sottilissimo. E questo succedeva semplicemente perché l’occhio lo voleva fare e il braccio era pronto. E’ il salto lungo, l’acuto per un cantante.”

Qui ho voluto mettere in visione alcuni esercizi che ci ha fatto dal vivo durante le sue spiegazioni.

.

esercizio

.

esercizio2

.

lovers

.

grazie

 

.

selvatico

 

.

I siti dove possiamo ammirare video ed immagini dei suoi lavori sono innumerevoli, andiamo a vederceli. GRAZIE Barbara da parte di tutti noi per aver avuto la possibilità d’incontrarti e apprezzare così la “CALLIGRAFIA” una conoscenza in più che potremmo dare ai nostri alunni.