L’architettura? Il design? Ancora fissano degli incontri

MILANO TRIENNALE
FINO AL 17 GENNAIO
ARCHITETTURA
«IL SEGNO DEI DESIGNER»
A cura di Gianni Veneziano
Triennale di Milano
viale Alemagna 6
Martedì/Domenica
ore 10,30/20,30

Giovedì ore 10,30/23
Lunedì chiuso

Ingresso 8,00 Euro

Mostre Il segno dei designer
il processo creativo svelato
Onirici, poetici, fiabeschi, fumettistici o concettuali,
i segni dei design italiani e internazionali

Triennale Design Museum presenta Il segno dei designer, a cura di Gianni Veneziano, un’ampia selezione di disegni di importanti designer italiani e internazionali, una preziosa testimonianza dei processi creativi che sottendono alla dimensione progettuale di ogni designer. Nomi storici si alternano a nuove leve attraverso opere provenienti dagli archivi o realizzate appositamente per la mostra. Quella del disegno è una pratica in cui si fondono idee ed emozioni, pensieri e intuizioni. I soggetti raffigurati e le tecniche impiegate sono molteplici e riflettono le diverse e variegate sfaccettature del design. Di disegno in disegno emerge l’anima di ciascuno dei progettisti coinvolti: che siano onirici, poetici, fiabeschi, fumettistici o concettuali, i segni tracciati sono sempre la fedele restituzione di scenari mentali e idee che tendono a prendere una forma. Un racconto di segni e disegni che si completano con la graphic animation di Felice Limosani. Un’opera visuale che sposta la vita del tratto da un foglio in orizzontale A4 a uno schermo in formato 16:9. Un’estensione del linguaggio che parte dalla creatività combinatoria del Dj come tributo digitale del Design Thinking.

.

.
MILANO URBAN CENTER – FINO AL 30 GENNAIO – ARCHITETTURA
«ATLANTE DI NUOVE ARCHITETTURE»
A cura di Urban Center e IN/ARCH
Urban Center Galleria Vittorio Emanuele II, 11/12
Dal Lunedì al Venerdì ore 9,00/18,00 – Ingresso libero
» Urban Center – Milano

A Milano si costruisce architettura di qualità. Urban Center e IN/ARCH (Istituto Nazionale di Architettura fondato nel 1959 da Bruno Zevi) osservano quotidianamente tutte le trasformazioni della città. Dal dibattito scaturito tra le parti, In/Arch ha scelto per questa esposizione alcuni esempi recenti di buona architettura, progetti capaci di migliorare la forma della città ed il decoro urbano, interpreti di modi di vivere contemporanei, espressione attuale dell’identità della nostra città. In concomitanza con l’esposizione dei progetti sarà possibile partecipare a serate di dibattito alla presenza di Carlo Masseroli, assessore allo Sviluppo del Territorio del Comune di Milano.
Appuntamenti 12 Gennaio 2010 – ore 18.30 – Interventi sul patrimonio edilizio esistente

.

.

MILANO SPAZIO OBERDAN – FINO AL 31 GENNAIO – FOTOGRAFIA
«GABRIELE BASILICO»
ritratti di fabbriche 1978-1980, Mosca verticale 2007-2008
Spazio Oberdan Viale Vittorio Veneto, 2 (Zona Porta Venezia)
Dal Mercoledì alla Domenica ore 10,00/19,30 – Martedì/Giovedì fino alle ore 22,00 – Ingresso 4 Euro
» Spazio Oberdan – Milano

Lo Spazio Oberdan ospita una mostra che raccoglie due lavori del fotografo Gabriele Basilico: Milano ritratti di fabbriche 1978-1980 e il più recente Mosca verticale 2007-2008. Due mostre vicine per confrontare il noto e ormai storico primo progetto realizzato da Basilico fra 1978 e 1980 nel capoluogo lombardo, e il più recente sulla capitale russa. Milano ritratti di fabbriche 1978-1980 è una vasta serie di immagini della periferia milanese che presenta una ricomposizione visiva di un paesaggio poco noto, marginale. Il lavoro è il risultato di una lunga indagine che assume l’architettura industriale come simbolo dell’identità della città. Sono 40 gli scatti in bianco e nero esposti. Mosca verticale 2007-2008 racconta la metamorfosi del paesaggio urbano, scegliendo un punto di vista d’eccezione: la sommità delle sette torri di epoca staliniana. Questi edifici, realizzati tra la fine degli Anni ‘40 e gli inizi degli Anni ‘50, ancora oggi costituiscono un osservatorio privilegiato per un’immersione profonda nella città. In mostra, 35 fotografie. Oltre alle fotografie sono visibili in mostra una selezione di libri e alcuni materiali video sull’opera di Gabriele Basilico.

.

.

ROMA MUSEO DELL’ARA PACIS – FINO AL 31 GENNAIO – DESIGN
«DISEGNO E DESIGN»
Brevetti e creatività italiani

A cura di Alessandra Maria Sette – organizzazione Fondazione Valore Italia
Museo dell’Ara Pacis Lungotevere In Augusta
Da Martedì a Domenica ore 9.00/19.00 – Ingresso 6,50 Euro
» Arapacis – Roma » Disegno e Design » Fondazione Valore Italia

Come nasce un oggetto? E come si evolve il suo progetto? La creatività al servizio della produzione industriale: è questo il punto di partenza della mostra, che intende focalizzare l’attenzione sugli aspetti progettuali che precedono la realizzazione di un oggetto. Il percorso espositivo, che ripercorre un secolo di innovazione e di design italiano, è scandito dai brevetti di modello e di invenzione, preziosi documenti, in gran parte inediti, conservati presso l’Archivio Centrale dello Stato e l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi.
Organizzata dalla Fondazione Valore Italia – che opera per la valorizzazione del made in Italy e del design italiano – e curata da Alessandra Maria Sette, la mostra prende le mosse dall’inizio del XX secolo e arriva alle ricerche più attuali, presentando un percorso suddiviso per settori merceologici (arredamento, moda, agroalimentare, trasporti).
Sarà così possibile imbattersi con meraviglia, per citare solo alcuni esempi, nella mitica Vespa e nel nuovissimo lampadario Hope, nella tradizionale Moka Bialetti e nella avveniristica cucina Not For Food Berloni, nella futurista bottiglietta del Campari Soda e nel moderno sgabello Forchets, e ancora nella poltrona Vanity Fair, nella macchina da cucire Mirella, in una scarpa Ferragamo, ma anche nella raffinata collana Collezione Sapphire Flower di Bulgari… e scoprire attraverso i brevetti quanto le linee di un disegno e lo sviluppo di una tecnologia siano capaci di resistere nel tempo e di continuare ad ispirare nuova creatività.
Appuntamenti 15 Gennaio 2010 – ore 17.00 – Enzo Eusebi e Antonio Berloni
ci parlano dell’esclusivo progetto della cucina Not For Food.

Appuntamenti 18 Gennaio 2010 – ore 17.00 – Paolo Rizzatto e Alessandro Sarfatti
raccontano come i loro prodotti Luceplan abbiano conquistato i mercati di tutto il mondo.

.

.

LONDRA DESIGN MUSEUM – FINO AL 31 GENNAIO – ARCHITETTURA
«DAVID CHIPPERFIELD»
Form Matters

a cura di Gemma Curtin
28 Shad Thames London SE1 2YD
Da Lunedì a Domenica ore 10.00/17.45 – Ingresso 8,50 Sterline
» London Design Museum » David Chipperfield

Con uno stile che è sobrio, silenzioso e riflessivo, David Chipperfield è uno dei principali architetti della Gran Bretagna. Ha una grande reputazione internazionale ed edifici completati in Cina, Giappone, Italia, Stati Uniti, Spagna e Germania. Chipperfield produce edifici in uno stile sofisticato, dai musei alle case, con una acuta sensibilità per i materiali ed una consapevolezza di presenza forte del loro ambiente. David Chipperfield è stato anche definito “il più europeo degli architetti britannici” e non possiamo non condividere l’opinione di Sara Banti: “Forse il più antidivo tra le archistar…” Chipperfield è famoso per quel suo linguaggio “classico moderno”, fatto di colonnati e di volumi semplici articolati in piacevoli contrappunti, che non buca lo schermo con forme stravaganti Non mi propongo di costruire edifici iconici, dice Chipperfield, ma risolve con delicatezza temi complessi.

Milano, 11 gennaio 2010
Rubrica a cura di Cristiana Cerutie-mail
HOUSE, LIVING AND BUSINESS

.

.

Riferimenti:

http://www.immobilia-re.eu/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...